ezgif.com-gif-maker4

Contatti

Contatti

Iscriviti alla Newsletter

Associazione Radicali Cuneo - Gianfranco Donadei

Via XX Settembre 28, 12100 Cuneo

Email: ​info@radicalicuneo.org

PEC: radicalicuneo@pec.it

Tel: 366.5370589

 

Via XX Settembre 28, 12100 Cuneo

Email: ​info@radicalicuneo.org

PEC: radicalicuneo@pec.it

Tel: 366.5370589

 

Associazione territoriale di Radicali Italiani

Codice fiscale: 96099610048

IBAN: IT65 X030 6910 2131 0000 0002 196

 

Informativa privacy - cookie policy

Petizione per far incontrare gli affetti nelle zone di blocco

2020-11-26 14:26

Ufficio stampa

Comunicato stampa, News,

Petizione per far incontrare gli affetti nelle zone di blocco

L’Associazione Radicali Cuneo – Gianfranco Donadei promuove una petizione lanciata su change.org, già firmata da circa 1500 persone, per chiedere che

53e5dd434352a414f1dc84609629357b1636dce5544c704f75297fd4974ccc58640-1606400196.jpg

L’Associazione Radicali Cuneo – Gianfranco Donadei promuove una petizione lanciata su change.org, già firmata da circa 1500 persone, per chiedere che in questa situazione emergenziale sia anche tutelata la salute mentale delle persone. In particolar modo la petizione mira a chiedere che ci si possa spostare tra i comuni anche per incontrare i propri congiunti o, perlomeno, fidanzati e affetti stabili.

 

Si legge nella petizione: “In questa situazione di crisi sanitaria la salute fisica deve essere posta allo stesso livello di quella mentale. È giusto impedire ai cittadini di ricevere affetto e supporto dalle persone amate durante un periodo così spaventoso? Con le dovute precauzioni si potrebbe salvare anche la salute mentale dei cittadini. L'uomo è un animale atto alla socializzazione e privarlo degli affetti stabili è brutale e scorretto. Provoca ansia, incertezze e smarrimento. Perché posso prendere il bus e andare in ufficio ma non posso ritrovarmi con il mio congiunto? Perché posso vedere il mio parrucchiere ma non il mio moroso o mia mamma? Il telefono e la tecnologia continuano ad essere prolungamenti di noi stessi ma mai potranno trasmettere le emozioni e l'affetto dato dalle persone che amiamo. Al Covid-19 non interessa se da un giorno all'altro le coppie non possono vedersi più, e non gli interessa nemmeno di far sentire le persone isolate, sole e tristi. Lo stato italiano invece dovrebbe salvaguardare anche il bene mentale dei suoi cittadini. Rispettiamo le norme solo se ci sentiamo rispettati. Durante questa seconda ondata i cittadini sono stanchi, spossati e non ne vedono più la fine. È proprio questo il momento di garantire la salute mentale. L'uomo non è fatto per vivere in solitudine, abbiamo bisogno di affetto e conforto. Non tutti ce la fanno da soli. È il momento di cambiare qualcosa, è il momento di rendere questa pandemia più umana, è il momento di aiutarsi a vicenda.”

 

Link per firmare la petizione: https://www.change.org/p/lo-stato-italiano-congiunti-fuori-comune


facebook
instagram
youtube

www.radicalicuneo.org @ All Right Reserved 2021 

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder