image-760

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER


facebook
youtube
instagram

Associazione Gianfranco Donadei

MOZIONE 2021

Cuneo, 22 novembre 2020

 

L’Assemblea dell’Associazione Radicali Cuneo – Gianfranco Donadei, riunita a Cuneo, il 22 novembre 2020, in modalità telematica a causa dell’emergenza sanitaria Covid-19:

 

udite le relazioni del Segretario e del Tesoriere, le approva;

 

visto il bilancio, lo approva; ad inizio dell’anno 2021 sarà convocata un’assemblea ad hoc per l’integrazione l’approvazione definitiva del bilancio 2020;

 

ringrazia i 40 iscritti che hanno reso Radicali Cuneo la quarta associazione radicale in tutta Italia per il numero di iscritti; altresì chiede a tutti gli iscritti di rinnovare, fin da subito, la propria tessera per l’anno 2021 per permettere al gruppo di incrementare le proprie iniziative e portare in tutta la Provincia di Cuneo la voce radicale;

 

ringrazia il Segretario uscente Filippo Blengino per il grande impegno e la dedizione dimostrata nelle sue tante attività;

 

saluta il Tesoriere uscente Lorenzo Bruno, ringraziandolo per il suo importante contributo;

 

esprime gratitudine dei confronti della compagna Gemma Macagno che ha contribuito all’intitolazione a Gianfranco Donadei della nostra Associazione tratteggiandone il profilo di radicale laico e coerente, per consentire a chi non l’avesse conosciuto di ricordare la valenza come stimolo alla riflessione ed all’agire politico;

 

ringrazia il Segretario nazionale di Radicali Italiani Massimiliano Iervolino per il suo intervento e per i suoi consigli e Marco Cappato, Tesoriere dell’Associazione Luca Coscioni, per aver partecipato all’assemblea e per le sue parole;

 

rinnova il proprio impegno a portare avanti battaglie nonviolente per la conquista, la tutela e la denuncia di violazioni di diritti umani, civili e politici di cittadini italiani e stranieri;

 

ringrazia la Direzione uscente per la grande produzione di attività e materiale;

 

esprime gratitudine nei confronti dei firmatari della petizione popolare per chiedere al Comune di Cuneo l’istituzione di una sala del Commiato per i funerali laici all’interno della città;

 

denuncia come il problema dei senzatetto a Cuneo sia ricorrente e l’incapacità dell’amministrazione comunale di trattare il problema in maniera efficace ed umana;

 

esprime preoccupazione circa l’attuale condizione politica in Italia e per l’incapacità del Governo di gestire l’emergenza sanitaria; altresì vede di buon auspicio la scoperta di vaccini in grado di bloccare la pandemia da COVID-19;

 

denuncia la mancanza di attivazione di strumenti telematici per l’esercizio dei diritti democratici in lunghi periodi in cui i tradizionali metodi sono stati inaccessibili;

 

evidenzia come la battaglia sull’informazione sessuale sia di focale importanza in Provincia di Cuneo vista la preoccupante crescita di contagi dovuti da malattie sessualmente trasmissibili che interessano, in particolar modo, giovani e giovanissimi, ritenendo importantissimo combattere per incentivare l’attivazione di specifici corsi per i ragazzi che partano già dalle scuole più basse come “educazione al rispetto” di genere e orientamenti e che sfocino in veri e propri corsi di informazione sessuale, come già avviene in moli Paesi dell’Unione Europea;

 

ringrazia gli organizzatori della campagna di affissione di manifesti per la legalizzazione della cannabis a Cuneo, ribadendo la focale importanza di questa battaglia;

 

denuncia la grave carenza di laicità all’interno del cuneese, sottolineando come essa influisca nella disparità di genere;

 

ringrazia Radio Radicale per l’importantissimo lavoro svolto e per lo spazio dedicato a Radicali Cuneo ed esprime gratitudine nei confronti dell’Associazione Radicale Adelaide Aglietta di Torino per l’aiuto, l’esempio ed il lavoro svolto in tutta la regione;

 

ritiene come fondamentale la campagna di divulgazione di dossier sull’immigrazione in risposta alle frasi populiste e prive di ogni fondamento quotidianamente proposte da politici e giornali;

 

ringrazia Leone Barili per l’aiuto dato agli organi dirigenti di Radicali Cuneo in merito alla delibera del Comune di Cuneo sulla videosorveglianza partecipata per cui si prevede un ricorso al Garante della privacy;

 

ringrazia il Comitato Spontaneo Cittadino “Amiamo la collina - così com'è” di Mondovì, attivatosi contro la realizzazione di una nuova ed inutile tangenziale, evidenziando come la realizzazione di quest’ultima, secondo i dati ANAS, ridurrebbe il traffico cittadino solamente del 6%;

 

ritiene come di focale importanza le battaglie ambientaliste; altresì appoggia totalmente l’Iniziativa dei Cittadini Europei “Stop Global Warming” per la quale sono state raccolte firme nella città di Cuneo;

 

esprime preoccupazione in merito alla barbara pratica della caccia, per cui occorre incentivare iniziative che contrastino tale violenta tradizione che, a livello locale, risulta ancora molto radicata;

 

esprime preoccupazione circa le divisioni interne alla “Galassia radicale”, ritenendole molto pericolose e lesive della vita stessa di un movimento radicale in Italia;

 

ringrazia il Presidente di Radicali Italiani Igor Boni per la sua passione e attività politica, ritenuta d’esempio per tutti gli iscritti dell’associazione;

 

ritiene essenziale la battaglia a favore della decriminalizzazione della prostituzione;

 

ringrazia Riccardo Magi per la sua azione nonviolenta per la legalizzazione della cannabis:

 

ritiene urgenti iniziative di tipo economico, anche e soprattutto a livello locale;

 

ringrazia la professoressa del Liceo Scientifico di Cuneo che, come forma di manifestazione contro la chiusura delle scuole per la pandemia, tiene le lezioni online sotto il portone di ingresso della scuola all’aperto e, insieme a lei, ringrazia le decine di studenti che, in tutta la Provincia, portano avanti battaglie in tal senso, ritenendo la chiusura delle scuole sinonimo di fallimento e preoccupante per la sana crescita di bambini e ragazzi;

 

tutto ciò premesso, l’Assemblea:

 

impegna gli organi dirigenti a portare avanti a livello locale le iniziative e le battaglie di Radicali Italiani e delle associazioni radicali;

 

impegna gli organi dirigenti a promuovere attività in difesa dell’ambiente e contro la caccia;

 

impegna gli organi dirigenti a discutere delle prossime elezioni amministrative di Cuneo, previste per l’anno 2022, con l’obiettivo di candidare dei radicali al Consiglio comunale della città;

 

promuove la proposta di rilasciare una tessera per l’accesso a preservativi ai ragazzi che hanno frequentato in piccolo corso di informazione sessuale, da portare all’attenzione di scuole e autorità locali; altresì impegna gli organi dirigenti a nuovi eventi di distribuzione di materiale informativo e profilattici per i giovani;

 

impegna gli organi dirigenti ad iniziative contro l’odio e contro le discriminazioni, in particolar modo per quanto concerne la disparità di genere ed il razzismo;

 

impegna l’Associazione a proseguire l’azione, sui diritti civili, con particolare riguardo alle battaglie sull’eutanasia legale, sulla legalizzazione della cannabis e sull’attuazione della legge 219/2017 in tema di disposizioni anticipate di trattamento, con l’impegno a rinnovare la propria opera di sensibilizzazione al biotestamento e di assistenza alla cittadinanza circa la sua compilazione e deposito;

 

impegna gli organi dirigenti ad attivarsi per la tutela dei diritti dei detenuti rinchiusi nei molteplici istituti penitenziari presenti in Provincia di Cuneo in nome di un’opposizione sostanziale a provvedimenti giustizialisti, lesivi del diritto, del buonsenso e dei valori costituzionali; in particolare impegna l’associazione ad attivarsi sulla grave condizione di bambini con mamme in carcere;

 

individua la battaglia per la difesa dello Stato di diritto e della democrazia liberale come centrale a livello regionale, nazionale ed europeo; impegna iscritti, militanti e dirigenti a costruire occasioni di iniziativa, nonviolenta, per contrastare i provvedimenti attuati e in fase di attuazione e le dichiarazioni che minano le basi del vivere civile;

 

chiede di continuare ad organizzare incontri di Direzione aperti a tutti gli iscritti, impegnando gli organi dirigenti a creare, con scadenza periodica, delle riunioni di Direzione più ampie che includano maggiormente iscritti e simpatizzanti; si individua in almeno quattro incontri per l’anno 2021 l’obiettivo di riunioni di Direzione inclusive di iscritti e simpatizzanti;

 

invita gli iscritti a rinnovare sin da subito l’iscrizione all’associazione per l’anno 2021, chiedendo un impegno economico maggiore, possibilmente con cadenza mensile, a chi ne abbia la possibilità, al fine di garantire un adeguato sostegno alle iniziative dell’associazione; altresì impegna gli organi dirigenti ad un’efficace campagna di iscrizione e raccolta fondi;

 

impegna gli organi dirigenti ad essere partecipi alla politica provinciale e nei vari comuni locali;

 

fissa la quota minima di iscrizione per l’anno 2021 in €15 per i minori di anni 28 ed in €30 per coloro che hanno un’età maggiore ad anni 29. La quota consigliata sarà di €30 per i minori di anni 28 e di €50 per l’iscrizione ordinaria. Sarà ovviamente ammessa l’iscrizione con quota libera.

 

 

Elenzo mozioni:

-Mozione 2021

-Mozione 2020

 

 

Associazione Radicali Cuneo - Gianfranco Donadei
Associazione Territoriale di Radicali Italiani
Sede legale: Via XX Settembre 28, 12100 Cuneo
TEL: +39 366.5370589
Email: info@radicalicuneo.org
​PEC: radicalicuneo@pec.it
Codice fiscale: 96099610048
IBAN: IT25 S031 1110 2010 0000 0005 542

facebook
youtube
instagram
informativa privacy

cookie policy

©​2020 Radicali Cuneo

 

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder